• Mondo
  • giovedì 4 Ottobre 2018

Gli Stati Uniti hanno accusato sette spie russe di avere compiuto diversi attacchi informatici

Il dipartimento della Giustizia statunitense ha accusato sette agenti dell’intelligence militare russa, conosciuta anche con la sigla Gru, di avere compiuto attacchi informatici contro persone e società statunitensi, e contro organizzazioni internazionali. Tra gli obiettivi dell’operazione criminale, ha detto il governo statunitense, c’è stato rubare informazioni sullo stato di salute di diversi atleti contenute nei database delle agenzie antidoping e delle federazioni sportive. Tre dei sette accusati erano già stati incriminati nell’ambito dell’indagine guidata dal procuratore speciale Robert Mueller sulle interferenze russe nelle elezioni presidenziali del 2016.