Ci sarà un nuovo processo sulla storia del presunto plagio di “Stairway to Heaven”

Lo ha deciso una corte d'appello americana: i Led Zeppelin sono accusati di aver copiato l'arpeggio iniziale dagli Spirit

Una giuria di tre giudici della corte d’appello di San Francisco ha stabilito che dovrà esserci un nuovo processo per stabilire se le prime note di “Stairway to Heaven”, una delle canzoni rock più famose di sempre composta nel 1971 dai Led Zeppelin, siano state copiate dalla canzone del 1967 “Taurus” degli Spirit, un gruppo rock californiano attivo tra gli anni Sessanta e Novanta.

Nel 2016 una giuria federale di Los Angeles era già arrivata alla conclusione che in “Stairway to Heaven” non poteva essere riscontrato alcun plagio, perché la parte della canzone oggetto del ricorso «non è intrinsecamente simile» alle note di “Taurus”; durante il processo si era comunque appurato che il cantante dei Led Zeppelin, Robert Plant, aveva ascoltato “Taurus” prima di comporre “Stairway to Heaven”. La causa era stata portata avanti da Michael Skidmore, curatore del patrimonio di Randy Wolfe, chitarrista degli Spirit morto nel 1997. Secondo Skidmore i Led Zeppelin si erano ispirati a “Taurus”, dato che i due gruppi hanno condiviso un tour nel 1968 e nel 1969; Plant e Page si erano difesi dicendo che la progressione degli accordi è talmente un cliché da non meritare la protezione del copyright.

Secondo i tre giudici che hanno chiesto un nuovo processo, in quello del 2016 il giudice distrettuale avrebbe dato alla giuria delle informazioni false, compromettendone il giudizio: avrebbe detto erroneamente che il copyright non copre le scale cromatiche, gli arpeggi e le sequenze di tre note; inoltre, avrebbe omesso di dire che, anche se per i singoli elementi di una canzone (come le note o la tonalità) potrebbero essere inapplicabili le regole del copyright, una combinazione di questi elementi dovrebbe essere considerata una creazione originale protetta dal diritto d’autore. Alla giuria, poi, non sarebbe stato concesso di ascoltare una registrazione di “Taurus” suonata dagli Spirit, ma solo delle riproduzioni. “Stairway to Heaven” è la canzone che chiude il primo lato di Led Zeppelin IV, disco che con 23 milioni di copie è poi diventato il terzo più venduto di tutti i tempi negli Stati Uniti.

I Led Zeppelin nel 1973. Da sinistra: Robert Plant, Jimmy Page, John Bonham (1947-1980), John Paul Jones (Evening Standard/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.