Elon Musk è stato denunciato per truffa

L'equivalente statunitense della CONSOB lo accusa di aver diffuso informazioni false e fuorvianti quando annunciò con un tweet il ritiro di Tesla dalla borsa

Elon Musk e la sua azienda di auto elettriche Tesla sono stati denunciati per truffa dalla Securities and Exchange Commission (la Commissione per i Titoli e gli Scambi, cioè l’ente statunitense federale che vigila sul funzionamento della borsa, simile all’italiana CONSOB) dopo la decisione di non ritirare più Tesla dalla borsa. Lo scorso 7 agosto Musk, fondatore e amministratore delegato dell’azienda, aveva annunciato in un tweet sintetico e confuso il ritiro di Tesla dalla Borsa, decisione che aveva poi ritrattato il 25 agosto.

La SEC ha motivato la decisione dicendo che l’annuncio del ritiro «era stato falso e fuorviante» e che «le dichiarazioni pubbliche false e fuorvianti e le omissioni di Musk hanno provocato una confusione significativa in borsa e sulle azioni di Tesla, e danneggiato gli investitori». La conseguenza potrebbe essere una multa per Musk e Tesla, o il divieto per Musk di dirigere una società per azioni; nelle ore successive alla notizia, le azioni di Tesla hanno perso il 4 per cento.

Elon Musk a Chicago, 14 giugno 2018 (Joshua Lott/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.