• Cultura
  • venerdì 21 settembre 2018

I Wolf Alice hanno vinto il Mercury Prize

L'importante premio musicale per il miglior disco britannico è andato al loro "Visions of a Life"

I Wolf Alice, una delle band rock britanniche più apprezzate degli ultimi anni, hanno vinto il Mercury Prize, un importante premio assegnato annualmente al miglior album di artisti britannici o irlandesi. I Wolf Alice hanno vinto il premio per il disco Visions of a Life: è uscito l’anno scorso e ha avuto anche più successo del previsto, sia di pubblico ( è arrivato al terzo posto degli album più venduti in Regno Unito) sia di critica (con molte riviste specializzate britanniche che ne hanno parlato benissimo e messo in cima alle classifiche di fine anno). Tra i finalisti di quest’anno c’erano gli Arctic Monkeys, Noel Gallagher insieme agli High Flying Birds, Florence + The Machine e Lily Allen.

Il Mercury Prize è un concorso dedicato soprattutto (ma non solo) agli artisti prodotti dalle etichette musicali indipendenti, come alternativa agli eventi e ai premi rivolti al grande pubblico e alle grandi star dell’industria musicale. Come il “BBC Sound of”, è uno dei premi guardati con più attenzione dagli addetti ai lavori, visto che in passato ha spesso segnato il passaggio di un artista alla vera fama internazionale. Lo vinsero nel 2010 gli XX, per esempio, o nel 2012 gli Alt-J, e nel 2006 gli Arctic Monkeys. Esiste dal 1992, quando fu istituito dalla British Phonographic Industry e dalla British Association of Record Dealers (l’associazione britannica dei rivenditori di dischi). Negli ultimi tre anni l’hanno vinto Benjamin Clementine, Skepta e Sampha.

Le canzoni del disco Visions of a Life

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.