• Cultura
  • mercoledì 19 Settembre 2018

Los Angeles ha vietato la vendita di pellicce

Il Consiglio comunale di Los Angeles ha approvato il divieto di vendere pellicce, abiti e accessori fatti con pelo di animali. Nel giro di un mese il divieto sarà redatto in forma di legge dal procuratore della città ed entrerà in vigore due anni dopo. In altre città californiane, come San Francisco e West Hollywood, la vendita di pellicce è illegale, ma Los Angeles è la seconda città più grande degli Stati Uniti e la sua influenza potrebbe essere maggiore, considerando anche la rilevanza che ha acquistato negli ultimi tempi nel mondo della moda (tanto che alcuni la definiscono la quinta città della moda al mondo, dopo New York, Londra, Parigi e Milano).

In pochi anni sempre più aziende hanno deciso di non produrre e vendere più pellicce e oggetti in pelo di animale, tra cui Gucci, Versace e Burberry; dal 2016 la rivista InStyle non pubblica più foto e servizi pubblicitari dove sono rappresentate e la scorsa settimana la Settimana della moda di Londra ha vietato abiti e oggetti in pelo di animale in tutte le sue sfilate.

Sono meglio le pellicce sintetiche o di pelo di animale?

Pellicce di pelo di animale a una fiera a Hong Kong, 24 febbraio 2018 (VIVEK PRAKASH/AFP/Getty Images)