• Mondo
  • mercoledì 19 Settembre 2018

La donna che ha accusato il giudice Kavanaugh di averla aggredita sessualmente ha chiesto che l’FBI indaghi sulla vicenda

Christine Blasey Ford, la donna che ha accusato Brett Kavanaugh (il giudice scelto da Donald Trump per la Corte Suprema) di averla aggredita sessualmente vuole che l’FBI si occupi delle sue accuse prima che lei si presenti in Senato a parlarne, il 24 settembre. Ford ha anche detto, tramite il suo avvocato, di aver ricevuto minacce di morte dopo le accuse che ha rivolto a Kavanaugh. Ford ha 51 anni, lavora come ricercatrice in California e ha accusato Kavanaugh di averla aggredita sessualmente nei primi anni Ottanta, quando entrambi erano adolescenti. Chuck Grassley, il senatore Repubblicano che presiede la commissione Giustizia del Senato davanti a cui Ford dovrebbe parlare, ha detto di essere contrario perché «niente di quello che l’FBI o altre indagini potrebbero fare avrebbe qualche conseguenza sui fatti che Ford deve riferire alla commissione».

Brett Kavanaugh durante un'audizione della Commissione Giustizia del Senato (Drew Angerer/Getty Images)