Il cast di Game of Thrones sul palco per la premiazione, alla presenza di George R.R. Martin, ideatore della storia fantasy e sceneggiatore di alcune puntate della serie (Robyn Beck / AFP)
  • Cultura
  • martedì 18 settembre 2018

Tutti i vincitori degli Emmy 2018

La serie più premiata è stata "La fantastica signora Maisel", mentre "Game of Thrones" ha vinto come migliore serie drammatica

Il cast di Game of Thrones sul palco per la premiazione, alla presenza di George R.R. Martin, ideatore della storia fantasy e sceneggiatore di alcune puntate della serie (Robyn Beck / AFP)

Nella notte tra lunedì e martedì al Microsoft Theatre di Los Angeles, in California, c’è stata la cerimonia di premiazione degli Emmy Awards, i premi più importanti della televisione statunitense. Gli Emmy – che sono considerati una specie di “Oscar della tv” – vengono assegnati da una giuria di attori, registi e altri professionisti del settore. La premiazione di quest’anno è stata condotta dai comici Colin Jost e Michael Che, noti soprattutto per le loro partecipazioni al Saturday Night Live.

L’Emmy per la miglior serie drammatica è stato assegnato a Game of Thrones, che ha ottenuto anche un secondo riconoscimento per l’interpretazione di Peter Dinklage come attore non protagonista. La serie che nel complesso ha ottenuto più premi è stata La fantastica signora Maisel con cinque Emmy, tra i quali quello per miglior serie comedy e migliore attrice protagonista con Rachel Brosnahan.

The Crown, altra serie di grande successo di Netflix, arrivata alla sua seconda stagione, è stata premiata per la regia di uno dei suoi episodi (“Pater familias” di Stephen Daldry), e Claire Foy ha ottenuto un Emmy come miglior attrice protagonista per la sua interpretazione della regina Elisabetta II del Regno Unito. Il premio come miglior attore in una serie drammatica è stato invece assegnato a Matthew Rhys, spia e molto altro nella serie di successo The Americans.

Il cast di Game of Thrones sul palco per la premiazione, alla presenza di George R.R. Martin, ideatore della storia fantasy e sceneggiatore di alcune puntate della serie. (Robyn Beck / AFP)

John Oliver ha nuovamente vinto un Emmy per il miglior varietà/talk show con il suo Last Week Tonight, mentre il premio al miglior varietà/sketch è stato assegnato al Saturday Night Live. Tre Emmy sono stati assegnati ad American Crime Story – L’assassinio di Gianni Versace, compreso quello come miglior miniserie.

Claire Foy per The Crown. (ROBYN BECK/AFP/Getty Images)

Glen Weiss, premiato come migliore regista per uno speciale varietà con la diretta degli Oscar, si è fatto notare più di altri premiati chiedendo in diretta alla sua compagna Jan Svendsen di sposarlo: “Sai perché non ti chiamo più la mia ragazza? Perché voglio chiamarti mia moglie”. Svendsen, visibilmente sorpresa, ha raggiunto Weiss sul palco e ha accettato la proposta. Più tardi Rhys ha confidato che la sua fidanzata gli ha sussurrato scherzando: «Se fai la stessa cosa ti do un pugno in faccia».

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.