• Sport
  • domenica 9 settembre 2018

Le vendite online di Nike sono aumentate del 31 per cento dopo la campagna con Colin Kaepernick

Una società di consulenza americana ha calcolato i dati delle vendite online di Nike dopo il lancio della loro nuova campagna pubblicitaria, che fra gli altri include Colin Kaepernick, il giocatore di football diventato famoso nel 2016 perché si inginocchiava durante l’inno nazionale prima delle partite per protesta contro l’oppressione delle minoranze negli Stati Uniti, e che da allora non ha più trovato una squadra. Secondo i calcoli della Edison Trends, le vendite online sono aumentate del 31 per cento fra lunedì 3 settembre – giorno di lancio della campagna – e martedì 4 settembre. L’anno scorso l’aumento di vendite era stato solo del 17 per cento.

La campagna di Nike di quest’anno celebra i trent’anni del suo slogan “Just do it”, “fallo e basta”. Il manifesto diffuso con Kaepernick contiene la scritta “Credi in qualcosa, anche se significa sacrificare tutto quanto” ed è rapidamente diventato il più condiviso di tutta la campagna.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.