• Mondo
  • domenica 9 settembre 2018

Google ha rimosso una pubblicità di Alexei Navalny che chiedeva di protestare contro il governo russo

Google ha rimosso una pubblicità di Alexei Navalny che chiedeva di protestare contro il governo russo, dicendo che il video violava le leggi russe sulla diffusione di messaggi politici durante la campagna elettorale. Navalny è il più noto oppositore del presidente russo Vladimir Putin ed è stato spesso processato e incarcerato con motivazioni pretestuose e fini politici. La pubblicità che è stata rimossa criticava un progetto del governo russo di alzare l’età della pensione. Le autorità russe hanno detto che il video non poteva circolare perché domenica ci sarebbero state elezioni locali in diverse regioni della Russia: Google ha accolto la richiesta e ha rimosso la pubblicità. Secondo i sostenitori di Navalny – che hanno parlato di censura – è la prima volta che Google rimuove un video di un oppositore del governo russo su richiesta del governo stesso.

Alexei Navalny durante una manifestazione anti-Putin a Mosca, 5 maggio (AP Photo/Dmitry Serebryakov)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.