• Italia
  • domenica 9 Settembre 2018

Un dirigente del ministero dei Trasporti si è dimesso dalla commissione ispettiva sul crollo del ponte Morandi dopo essere finito fra gli indagati della procura di Genova

Il dirigente del ministero dei Trasporti Bruno Santoro si è dimesso dalla commissione ispettiva sul crollo del ponte Morandi dopo essere finito fra gli indagati della procura di Genova in relazione al crollo del ponte. Lo ha annunciato con una nota il ministero dei Trasporti.

Nei giorni scorsi il nome di Santoro era comparso sia fra gli indagati dell’inchiesta sia fra i componenti della commissione in potenziale conflitto di interessi, visto che in passato aveva collaborato con Autostrade. Santoro è il terzo membro a lasciare la commissione dopo Antonio Brencich e l’ex presidente Roberto Ferrazza: entrambi facevano parte di una commissione tecnica che si era occupata della ristrutturazione del ponte.

(ANSA/SIMONE ARVEDA)