• Mondo
  • giovedì 9 agosto 2018

New York ha deciso di non concedere nuove licenze per i servizi di noleggio con autista per un anno

L’8 agosto il consiglio comunale di New York ha approvato una legge per interrompere per un anno la concessione di licenze per i servizi di noleggio con autista – di cui Uber è il più popolare. La legge, che permette anche al comune di fissare un salario minimo per gli autisti, è stata approvata con i voti della grande maggioranza del consiglio. New York è la prima grande città ad approvare una legge del genere. Uber ha commentato la legge dicendo che il limite al numero delle licenze potrebbe rendere più costoso il suo servizio e più lunghi i tempi di attesa, nel caso non riuscisse a tener il passo dell’aumento delle richieste dei suoi clienti. Per rimediare a questo potenziale problema la società potrebbe convincere autisti con licenza di società rivali (ad esempio Lyft) a passare a Uber.

Alcuni taxi fanno rifornimento a Manhattan, l'8 agosto 2018 (Drew Angerer/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.