• Mondo
  • giovedì 19 luglio 2018

La polizia britannica ha identificato gli autori dell’avvelenamento a Sergei e Julia Skripal

Lo scrive AP, citando una fonte vicina alle indagini: la polizia è certa che siano tutti cittadini russi

La polizia britannica ha identificato gli autori dell’attacco con il novichok a Sergei e Julia Skripal, ha detto ad AP una fonte vicina alle indagini. Sergei Skripal – un ex agente segreto russo che per anni aveva lavorato come spia per il Regno Unito – e sua figlia Julia erano stati trovati accasciati su una panchina di Salisbury, in Inghilterra, il 4 marzo scorso. Fu poi stabilito che erano stati avvelenati con un pericoloso agente nervino, il novichok, e il governo britannico accusò la Russia dell’avvelenamento. Ora, AP scrive che la polizia britannica è certa di aver individuato gli autori dell’avvelenamento e che sono tutti russi. I sospettati sono stati individuati grazie allo studio delle telecamere a circuito chiuso e i loro nomi – ha detto la fonte di AP – sono stati incrociati con quelli dei cittadini russi che si trovavano in quel periodo nel Regno Unito.

Sergei e Julia Skripal, dopo settimane di ricovero, sono entrambi stati dimessi dall’ospedale. Altre due persone, però, sono da allora entrate in contatto con il novichok usato per il loro avvelenamento: probabilmente dopo aver trovato una boccetta di profumo che lo conteneva abbandonata in un parco pubblico non lontano da Salisbury. Una delle due persone è morta avvelenata, l’altra è ancora ricoverata in ospedale.

Sergei Skripal a Mosca nel 2006, durante il processo a suo carico per tradimento ( YURI SENATOROV/AFP/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.