• Mondo
  • giovedì 5 Luglio 2018

Liberty Island è stata evacuata dopo che una donna si è arrampicata sulla base della Statua della Libertà

Il 4 luglio Liberty Island, l’isola di New York su cui si trova la Statua della Libertà, è stata evacuata dopo che una donna si era arrampicata sulla base della statua per protestare contro le politiche sull’immigrazione dell’amministrazione Trump. La donna è rimasta lì per tre ore prima che la polizia la facesse scendere e l’arrestasse: è una personal trainer, si chiama Therese Okoumou, ha 44 anni ed è un’immigrata originaria della Repubblica Democratica del Congo. Prima che Okoumou salisse sulla statua, c’era stata una manifestazione di protesta vicino al monumento e varie persone erano già state arrestate. I manifestanti avevano esposto un cartello con la scritta “Abolish ICE”, “Abolite l’agenzia che identifica ed espelle i migranti”: esporre dei messaggi politici sulla Statua della Libertà è proibito.

Il 4 luglio negli Stati Uniti è festa nazionale: è il giorno dell’Indipendenza.

Un poliziotto mentre cerca di raggiungere la donna arrampicatasi sulla base della Statua della Libertà, il 4 luglio 2018 (PIX11 via AP)