• Mondo
  • mercoledì 27 Giugno 2018

La Corea del Nord sta ancora investendo nei suoi programmi nucleari

Nuove immagini satellitari mostrano grande attività intorno a un reattore nucleare usato per i programmi militari: ma non è necessariamente un brutto segnale

La Corea del Nord sta ancora ampliando il suo reattore nucleare Yongbyon, usato per la produzione di materiale nucleare a scopo militare. Secondo gli analisti del centro di ricerca 38 North – che si occupa di monitoraggio della Corea del Nord – immagini satellitari degli ultimi mesi mostrano che intorno al reattore di Yongbyon sono state costruite diverse nuove strutture, tra cui un ampliamento dell’edificio che ospita gli impianti di raffreddamento del reattore per la produzione di plutonio. Sono stati costruiti anche due edifici non industriali, è in costruzione un nuovo complesso di uffici e stanno per essere completate diverse strutture secondarie.

38 North ha specificato nella sua analisi che questi investimenti non vanno interpretati come un segnale di qualche tipo nell’ambito delle negoziazioni con gli Stati Uniti per la denuclearizzazione della Corea del Nord. Sebbene il leader nordcoreano Kim Jong-Un abbia promesso di abbandonare il suo programma nucleare – e nonostante sia stato distrutto l’unico sito per test nucleari del paese – non è ancora stato firmato tra Stati Uniti e Corea del Nord un accordo con termini precisi per la chiusura dei programmi nucleari militari. Secondo 38 North è normale che fino a che questo non succederà, e fino a che non ci saranno indicazioni precise da parte di Kim Jong-Un, l’esercito continuerà i suoi investimenti programmati.

La centrale nucleare di Yongbyon nel 2008 (Kyodo, via AP)