Volete comprare il pallone ufficiale dei Mondiali?

Il Telstar 18 di Adidas, disegnato apposta per i Mondiali di calcio in Russia

L'Adidas Telstar 18 (Getty Images)

Da 48 anni l’azienda di abbigliamento e materiale sportivo Adidas produce e vende i palloni ufficiali dei Mondiali di calcio FIFA. Il primo fu il Telstar usato nei Mondiali in Messico del 1970. Da quell’anno, ogni quattro anni, Adidas ha prodotto 13 diversi modelli di palloni, tutti ispirati ai paesi organizzatori dei tornei. Per i Mondiali in Russia Adidas ha progettato il Telstar 18, che riprende il nome del primo modello realizzato nel 1970. Sul pallone sono disegnati dei rettangoli sfumati “ispirati ai paesaggi urbani della Russia” (se li guardate bene si vede la periferia di Mosca, pare) e un ricamo irregolare.

Ci sono varie versioni del pallone che si possono acquistare. Ogni modello è una “replica”: sono palloni esteticamente uguali a quelli che vengono usati nelle partite dei Mondiali, ma fatti con materiali un po’ diversi. Su Amazon, il Telstar 18, in una versione da pallone “da partita”, si trova a circa 23 euro. Sul sito di Decathlon invece se ne trova una versione meno sofisticata e leggermente più economica: si chiama Top Glider, è un prodotto ufficiale FIFA ma non è considerato idoneo per vere partite di calcio: costa 19,99 euro. Se siete in dubbio sulla taglia del pallone (sì, anche i palloni da calcio hanno la taglia) tenete presente che la taglia 5 è quella normale, del calcio a 11. Le taglie inferiori vanno bene per ragazzi e bambini.

È in vendita anche una versione più costosa del Telstar 18, dotata della tecnologia NFC: un sensore installato all’interno del pallone, che se collegato a uno smartphone o a un tablet dà accesso a contenuti esclusivi forniti da Adidas – senza però dare informazioni sulla forza dei tiri o altre cose simili. Il Telestar 18 con sensore NFC potete comprarlo sul sito di Adidas.

(DIMITAR DILKOFF/AFP/Getty Images)

Fra i modelli più famosi prodotti da Adidas il più conosciuto è il Tango (su Amazon costa 19,99 euro), prodotto nelle versioni Rosario per i Mondiali in Argentina del 1978 e España per quelli in Spagna nel 1982. Partendo dallo stesso modello vennero poi prodotti l’Azteca (Messico 1986), l’Etrusco (Italia 1990: se siete collezionisti ne trovate qualche esemplare su eBay), Questra (USA 1994) e Tricolore (Francia 1998), il primo prodotto a colori. Dal 2002 in poi Adidas ha usato tecnologie e materiali sempre più innovativi. Fra quelli delle ultime edizioni, il più popolare resta il Fevernova usato in Corea del Sud e Giappone nel 2002.

***

Disclaimer: Su alcuni dei siti linkati negli articoli con il tag Consumismi il Post ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Ma potete anche cercare le stesse cose su Google.

Mostra commenti ( )