Howard Schultz lascerà la guida di Starbucks

Howard Schultz, presidente di Starbucks, si dimetterà il prossimo 26 giugno dagli incarichi di presidente esecutivo e membro del consiglio di amministrazione. Schultz, che nell’aprile 2017 aveva lasciato il ruolo di CEO dell’azienda, è la persona che ha fatto diventare Starbucks una delle più grandi catene di bar al mondo, con quasi 27.000 negozi. Schultz è da tempo impegnato in questioni civiche come l’immigrazione, i diritti LGBT e il controllo della vendita delle armi da fuoco. Secondo alcuni giornali americani, in futuro potrebbe decidere di candidarsi alla presidenza degli Stati Uniti o assumere qualche altro tipo di incarico pubblico. Schultz ha 64 anni e da tempo svolge attività filantropiche tramite Starbucks e la fondazione della sua famiglia, per esempio sostenendo i veterani, aiutando i giovani in cerca di impiego e i senzatetto dello stato di Washington.

Howard Schultz (Stephen Brashear/Getty Images)