Uber vuole quotarsi in borsa entro la fine del 2019

Il CEO di Uber, Dara Khosrowshahi, ha confermato che la sua azienda è al lavoro per quotarsi in borsa entro la fine del 2019. La notizia circolava da mesi, ma finora non erano stati definiti i tempi per l’operazione finanziaria, molto attesa dagli investitori. Khosrowshahi ha spiegato a CNBC che Uber: “è a buon punto per quanto riguarda il suo profilo aziendale, i profitti e il miglioramento dei margini”. Uber intende quotarsi in borsa nella seconda metà del 2019 con un’offerta pubblica d’acquisto, ma per ora non ha iniziato a confrontarsi con le banche per avviare i processi preliminari necessari prima di presentare domanda per la quotazione. La società è una delle più promettenti della Silicon Valley e per questo gli investitori attendono con grande interesse il suo ingresso in borsa, che potrebbe portare a una delle offerte pubbliche iniziali più grandi degli ultimi anni. Le ultime valutazioni stimano il valore complessivo di Uber intorno ai 72 miliardi di dollari.

(JOSH EDELSON/AFP/Getty Images)
TAG: