• Mondo
  • lunedì 28 Maggio 2018

Il ricco imprenditore russo Roman Abramovich ha ottenuto la cittadinanza israeliana

Il ricco imprenditore russo Roman Abramovich – molto noto tra le altre cose per essere il proprietario della squadra di calcio inglese del Chelsea – ha ottenuto la cittadinanza israeliana. La notizia, che circolava da ieri sui giornali israeliani, è stata confermata da un portavoce del governo israeliano lunedì sera.

Abramovich è di origini ebraiche e ha potuto usufruire delle speciali leggi dello stato di Israele per il ritorno nel paese degli ebrei: ci sono voluti solo pochi giorni dal momento della sua richiesta perché gli venisse concessa la nuova cittadinanza e gli venisse dato un nuovo passaporto.

Non si conoscono le ragioni della decisione di Abramovich di chiedere la cittadinanza israeliana, ma nelle ultime settimane si era già parlato di lui perché sembrava che il Regno Unito non fosse intenzionato a rinnovargli il suo visto di lavoro. Abramovich, che lavora e vive da tempo a Londra, era stato costretto a tornare in Russia alla scadenza del suo precedente visto e – cosa inusuale – dopo diverse settimane dalla richiesta di un nuovo visto non aveva ricevuto nessuna risposta. Grazie alla cittadinanza israeliana, Abramovich potrà entrare nel Regno Unito per brevi periodi senza bisogno di permessi speciali.

Il presidente del Chelsea Roman Abramovich prima di una partita della nazionale russa (YURI KADOBNOV/AFP/Getty Images)