Paolo Savona ha diffuso un comunicato in cui cerca di spiegare le sue posizioni sull’Europa

Paolo Savona, economista indicato da Lega e M5S come nuovo ministro dell’Economia nell’eventuale nuovo governo a guida di Giuseppe Conte, ha diffuso un comunicato per cercare di chiarire alcune sue posizioni sull’Europa. Le idee di Savona sono molto conosciute perché lui stesso si impegna molto a diffonderle, e nei giorni scorsi avevano fatto molto discutere: sembra che lo stesso presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, sia contrario alla sua nomina a ministro. Savona, fra le altre cose, è contrario all’euro e all’Unione Europea, e ha l’abitudine di paragonare la Germania di Angela Merkel a quella di Adolf Hitler.

Il comunicato di oggi non cita mai l’euro ma contiene diverse indicazioni che potrebbero essere considerate “europeiste”: Savona scrive di volere una Banca Centrale Europea più forte, un Parlamento europeo con maggiori poteri legislativi, e un Consiglio europeo con compiti di vigilanza sulle istituzioni comunitarie. Savona scrive anche che il “contratto di governo” fra M5S e Lega rispecchia queste convinzioni. «Sintetizzo dicendo: voglio un’Europa diversa, più forte, ma più equa», conclude Savona.

(ROBERTO MONALDO/LAPRESSE)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di più, e migliori.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la newsletter, una quota minore di inserzioni pubblicitarie, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.