• Mondo
  • venerdì 4 maggio 2018

Migliaia di persone hanno lasciato le proprie case nelle Hawaii a causa dell’eruzione di un vulcano

L’eruzione del vulcano Kilauea, nelle Hawaii, ha costretto le autorità a ordinare a migliaia di persone di lasciare la propria casa nei pressi della città di Pahoa, sulla Big Island, la più grande isola dell’arcipelago.

Un testimone citato dal Guardian ha raccontato di avere visto getti di lava uscire da una crepa del vulcano, prima di raggiungere un’area piuttosto ampia nella zona di Leilani Estates, vicino al vulcano. L’eruzione si è verificata dopo giorni di scosse di terremoto: una scuola era già stata chiusa a causa dell’attività sismica e le autorità avevano avvisato gli abitanti locali che sarebbe potuto arrivare da un momento all’altro un ordine di evacuazione. L’agenzia di difesa civile della Contea delle Hawaii ha chiuso l’area ai visitatori e ha ordinato alle compagnie turistiche private di sospendere i viaggi nella regione.

L'eruzione del vulcano Kilauea, alle Hawaii (U.S. Geological Survey, Kevan Kamibayashi via AP)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.