• Mondo
  • sabato 21 aprile 2018

L’attrice Allison Mack, cioè Chloe di “Smallville”, è accusata di traffico sessuale

Allison Mack – attrice di 35 anni nota soprattutto per essere stata Chloe Sullivan in Smallvilleè stata arrestata il 21 aprile a New York perché accusata di aver adescato donne per farle partecipare a una setta in cui venivano indotte alla prostituzione. La presunta setta si chiama Nxivm ed è guidata da Keith Raniere, un uomo di 57 anni che era stato arrestato a marzo in Messico e in seguito estradato negli Stati Uniti. Mack rischia fino a 15 anni di prigione, e per il momento si è dichiarata innocente.

Nxivm (che si pronuncia NEX-ium) è un gruppo che dice di avere lo scopo di aiutare le donne, ma che secondo l’accusa è una copertura per un altro gruppo segreto, noto come “The Vow” (la promessa) che usava uno schema piramidale per sfruttare, sessualmente e non solo, alcune donne.

All’interno del gruppo, Raniere è noto come Vanguard (“avanguardia”); lui si definisce «attivista, scienziato, filosofo e, soprattutto, filantropo». Sempre secondo l’accusa, alcune donne all’interno del culto erano costrette a subire una marchiatura a fuoco delle iniziali di Raniere (secondo alcune versioni anche quelle di Mack) nelle parti intime. L’ipotesi è che Raniere avesse relazioni sessuali con 15-20 donne. L’accusa sostiene anche che Mack fosse a sua volta una “schiava sessuale di Raniere”. Sul sito di Nxivm c’è un messaggio in cui la società nega le accuse e dice di voler collaborare con le autorità.

Negli Stati Uniti c’è un gruppo segreto in cui le donne vengono marchiate a fuoco

(Evan Agostini/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.