• Mondo
  • mercoledì 11 Aprile 2018

L’attore statunitense T.J. Miller è accusato di aver intenzionalmente diffuso un finto allarme bomba

L’attore e comico statunitense T.J. Miller – noto per aver recitato in Silicon Valley e Deadpool – è stato arrestato il 9 aprile all’aeroporto La Guardia di New York perché accusato di aver intenzionalmente diffuso un finto allarme bomba. Miller è accusato di aver diffuso il finto allarme bomba il 18 marzo: dopo il suo allarme furono fatte le necessarie verifiche, senza che fosse trovata alcuna bomba. Miller avrebbe accusato una donna di avere una bomba nella sua borsa, mentre viaggiava però su un treno diverso. Un’eventuale condanna per la diffusione volontaria di un finto allarme bomba prevederebbe una pena massima di cinque anni di carcere. Dopo l’arresto, Miller è stato rilasciato su cauzione.

 

 

(Ethan Miller/Getty Images)