• Italia
  • giovedì 29 Marzo 2018

A Latina e Caserta sono state arrestate quattro persone sospettate di terrorismo

Avrebbero fatto parte della rete di contatti di Anis Amri, l'attentatore del mercatino di Berlino poi ucciso in Italia

Questa mattina, su ordine del gip di Roma Costantina de Robbio, la polizia ha arrestato quattro persone – tutti cittadini tunisini – a Latina e Caserta. Sono sospettate di far parte della rete di contatti che aveva in Italia Anis Amri, l’uomo che nel dicembre 2016 uccise 12 persone investendole con un camion a Berlino, e sono state arrestate con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata alla falsificazione dei documenti e al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Un’ordinanza di custodia cautelare è stata notificata anche a Abdel Salem Napulsi, palestinese arrestato lo scorso ottobre e che si trova ancora in carcere per sospetta attività con finalità di terrorismo. Secondo Repubblica sono state anche perquisite 10 case tra Roma e Latina e l’operazione di polizia è ancora in corso.

(Ansa)