Trony ha chiuso 43 negozi per il fallimento di un suo socio

La catena di negozi di elettrodomestici Trony ha chiuso negli ultimi giorni 43 punti vendita, con circa 500 persone rimaste senza lavoro. È il risultato del fallimento di DPS Group, uno dei soci di Grossisti Riuniti Elettrodomestici (GRE), che dal 1997 detiene la proprietà di Trony con circa 200 negozi in tutta Italia. DPS Group ha dichiarato fallimento il 15 marzo scorso, ma molti dipendenti non ricevevano lo stipendio integrale già dalla fine dello scorso anno. Le chiusure hanno interessato soprattutto Lombardia e Puglia. Sotto il marchio Trony lavorano negozi direttamente legati a GRE e altri che hanno accordi per il solo utilizzo del marchio, ma con maggiori autonomie nella gestione. Non tutti i punti vendita sono quindi in cattive condizioni finanziarie, ma il fallimento di DPS Group potrebbe complicare comunque la gestione delle forniture di materiale. Non è ancora chiaro se i negozi chiusi in questi giorni potranno riaprire e se ci siano soggetti interessati a rilevarli.

(ANSA)