• Sport
  • sabato 17 Marzo 2018

L’Italia ha perso 27-29 contro la Scozia nell’ultima partita del Sei Nazioni 2018

La Nazionale di rugby ha perso 27-29 contro la Scozia nell’ultima partita del Sei Nazioni 2018 giocata oggi allo Stadio Olimpico di Roma. In una partita molto equilibrata, l’Italia non è riuscita a mantenere il vantaggio di dodici punti ottenuto fra il primo e il secondo tempo: negli ultimi venti minuti, complice un notevole calo fisico, la Scozia si è ripresa, ha recuperato e poi superato l’Italia con un calcio di punizione all’ultimo minuto.

All’Olimpico di Roma l’Italia è andata in vantaggio al sesto minuto con un calcio di punizione di Tommaso Allan, a cui la Scozia ha risposto tre minuti dopo con una meta di Fraser Brown. Al 13esimo Allan ha segnato anche la prima meta italiana e al 20esimo Matteo Minozzi ne ha realizzata un’altra. La meta di John Barclay per la Scozia ha fissato il punteggio del primo tempo sul 17-12 a favore dell’Italia.

Nella ripresa Allan ha segnato la sua seconda meta e per i successivi venti minuti l’Italia ha cercato di gestire il vantaggio (si è vista anche annullare una meta per un passaggio in avanti). Nel finale, però, la Scozia è cresciuta molto: ha segnato due mete — entrambe trasformate — a venti e a dieci minuti dal termine. Con la Scozia in vantaggio di un punto, un calcio di punizione di Allan al 75esimo ha riportato l’Italia in vantaggio, ma non è bastato per vincere, perché all’ultimo minuto di gioco il capitano della Scozia Greig Laidlaw ha segnato gli ultimi punti della partita, fissando il punteggio sul 27-29 a favore degli ospiti.

Con la sconfitta di oggi l’Italia ha chiuso il suo terzo Sei Nazioni di fila senza vittorie e all’ultimo posto. Per la Scozia, invece, è stata la terza vittoria, con cui ha eguagliato i successi della passata edizione. Le ultime due partite del Sei Nazioni 2018 sono in programma oggi: alle 15.45 inizia Inghilterra-Irlanda e alle 18.00 c’è Galles-Francia.

(FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)