Luigi Di Maio ha scelto i capigruppo al Parlamento del M5S

Stavolta niente elezione dei capigruppo da parte dei parlamentari e soprattutto niente rotazione, sembra

Con un post sul Blog delle Stelle (il nuovo sito del Movimento dopo il cambiato del blog di Beppe Grillo), il Movimento 5 Stelle ha annunciato la nomina dei due capigruppo e dei loro vice in Parlamento: saranno Giulia Grillo alla Camera e Danilo Toninelli al Senato – i nomi dei due capigruppo erano già stati anticipati lunedì, mentre oggi sono state comunicate anche le squadre formate dai loro vice e assistenti. Grillo e Toninelli, è scritto nel post, inizieranno subito a fare colloqui con le altre forze politiche per accordarsi sulla scelta dei presidenti di Camera e Senato. I presidenti saranno scelti subito dopo l’insediamento del nuovo Parlamento, che avverrà il prossimo 23 marzo. I giornali riferiscono che in realtà le trattative sarebbero già cominciate, soprattutto tra Toninelli ed esponenti della Lega (Movimento 5 Stelle e Lega hanno insieme la maggioranza dei seggi in Parlamento, più che a sufficienza quindi per eleggere i presidenti senza interpellare altre forze politiche).

Nel post pubblicato oggi viene spiegato che la nomina dei due capigruppo è avvenuta «in accordo» con il capo politico del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio. È un significativo cambiamento rispetto alla scorsa legislatura: nel 2013, quando il Movimento 5 Stelle entrò per la prima volta in Parlamento, il regolamento prevedeva che i capigruppo venissero eletti direttamente dai gruppi parlamentari e che dovessero essere cambiati ogni tre mesi. Questa volta, invece, sembra che i capigruppo siano stati nominati direttamente al capo politico del Movimento e che resteranno in carica per 18 mesi.

(ANSA/RICCARDO ANTIMIANI)