La risposta sessista dell’allenatore del Napoli a una giornalista

«Sei una donna, sei carina e non ti mando a fare in culo per questi due motivi»

Maurizio Sarri durante la partita tra Inter e Napoli, l'11 marzo 2018 a Milano (MARCO BERTORELLO/AFP/Getty Images)

L’allenatore del Napoli Maurizio Sarri ha risposto con una battuta sessista a una giornalista, durante la conferenza stampa dopo la partita tra Inter e Napoli di domenica sera. La giornalista – Titti Improta, dell’emittente locale Canale 21 – aveva chiesto a Sarri se il pareggio contro l’Inter avesse compromesso le speranze del Napoli di vincere lo scudetto. Dopo una lunga pausa, Sarri ha risposto:

«Sei una donna, sei carina e non ti mando a fare in culo per questi due motivi».

La frase è stata accolta con qualche risata dalle altre persone presenti, poi Sarri ha provato a rispondere alla domanda.

Secondo altri giornalisti, al termine della conferenza stampa Sarri è andato a scusarsi con Improta per quello che le aveva detto, insieme al capo della comunicazione del Napoli Nicola Lombardo. In passato Sarri era già stato accusato di aver usato espressioni volgari e sessiste: nel 2016 l’allora allenatore dell’Inter Roberto Mancini aveva detto che Sarri lo aveva chiamato «frocio e finocchio» durante una partita di Coppa Italia tra Inter e Napoli.

Mostra commenti ( )