È morto Piero Ostellino, ex direttore del Corriere della Sera: aveva 82 anni

È morto il giornalista Piero Ostellino: aveva 82 anni e dal 1984 al 1987 aveva diretto il Corriere della Sera. Ostellino era nato a Venezia nel 1935 e dopo una laurea in scienze politiche all’Università di Torino era stato tra i fondatori del Centro di ricerca Luigi Einaudi. Aveva iniziato a lavorare per il Corriere della Sera nel 1967; nel 1973 era diventato corrispondente da Mosca e nel 1977 era uscito il suo libro Vivere in Russia. Nel 1979 divenne poi corrispondente da Pechino e scrisse di conseguenza il libro Vivere in Cina. Dopo aver diretto il Corriere della Sera, Ostellino ne era stato editorialista e aveva curato la rubrica settimanale “Il dubbio”; negli ultimi anni aveva invece collaborato con il Giornale.

Antonio Carioti ha scritto sul Corriere della Sera:

Terminata l’esperienza di corrispondente dall’estero, nel 1984 Ostellino era giunto alla guida del quotidiano di via Solferino e vi era rimasto per quattro anni, in una fase di ripresa del nostro Paese, dopo le difficoltà economiche e il sangue versato nel decennio precedente, ma nella quale già si intravedevano i sintomi della crisi che in seguito avrebbe determinato la disgregazione degli equilibri politici tradizionali. Crisi di cui il direttore del Corriere della Sera aveva colto le avvisaglie, convinto com’era che senza una rivoluzione liberale, fondata sulla competizione aperta in ogni settore, l’Italia corresse rischi molto seri.

Piero Ostellino nel 2004 (©Angela Caterisano/la presse)