• Mondo
  • sabato 3 marzo 2018

Sono stati rilasciati sei degli italiani fermati in Slovacchia in relazione all’omicidio del giornalista Ján Kuciak

Sono stati rilasciati sei dei sette italiani che erano stati fermati in Slovacchia per l’omicidio del giornalista Jan Kuciak. Repubblica ha scritto che «i sei italiani sono stati rimessi in libertà intorno alla mezzanotte. Uno di loro è stato portato in ospedale per dolori al petto e poi dimesso». Sempre Repubblica ha scritto, citando il sito di notizie ceco tvnoviny.sk, che «è probabile che verrà rilasciato anche il settimo italiano arrestato».

Il corpo di Kuciak era stato trovato insieme a quello di Martina Kušnírova, anch’essa 27enne, nella sua casa di Velka Maca, una località dell’ovest della Slovacchia, poco lontana dalla capitale Bratislava. Kuciak è morto per un colpo d’arma da fuoco al petto, la sua fidanzata alla testa. Kuciak lavorava da tre anni per il sito Aktuality. Di recente stava scrivendo un articolo sugli interessi della ‘ndrangheta nella gestione dei fondi europei che arrivano in Slovacchia.

(Lukas Grinaj/TASR via AP)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.