Twitter ora chiede aiuto e suggerimenti a tutti per migliorare e fermare troll e bot sul suo social network

Twitter ha di nuovo annunciato di voler migliorare il modo in cui si occupa di tweet e account molesti, che incitano all’odio e alla violenza. In una serie di tweet, il CEO della società, Jack Dorsey, ha ammesso che finora Twitter non ha ottenuto grandi risultati e che non può affrontare autonomamente il problema. Ha quindi annunciato che chiederà aiuti esterni per valutare la “salute” del social network e per ricevere proposte su come migliorarla, in modo da incentivare confronti civili e costruttivi.

Tutti potranno inviare suggerimenti e progetti per migliorare le cose, ogni proponente avrà tempo fino al prossimo 13 aprile. I suggerimenti migliori saranno valutati tra maggio e giugno, in modo da poter annunciare le soluzioni vincitrici a luglio. Twitter in passato aveva annunciato più volte nuovi sistemi e soluzioni per rendere migliore il social network, ma ha fallito nell’ottenere progressi significativi, soprattutto per quanto riguarda la gestione degli account molesti e che incitano all’odio. Nei paesi fuori dagli Stati Uniti dove il servizio ha il maggior numero di utenti, la risposta alle segnalazioni degli utenti su comportamenti scorretti è molto lenta e non porta quasi mai a risultati concreti.

TAG: