• Mondo
  • venerdì 23 febbraio 2018

Sei persone sono state arrestate per traffico di droga nell’ambasciata della Russia in Argentina

Il governo argentino ha annunciato di avere arrestato sei persone accusate di essere coinvolte in un traffico di droga che passava anche per l’ambasciata della Russia a Buenos Aires. L’indagine era iniziata più di un anno fa, dopo che l’ambasciatore russo in Argentina, Viktor Koronelli, e tre agenti dei servizi segreti russi avevano segnalato al governo argentino un bagaglio diplomatico sospetto trovato in una scuola legata e adiacente all’ambasciata: le prime indagini avevano portato al sequestro di quasi 400 chilogrammi di cocaina. Le indagini erano poi proseguite, portate avanti sia dalle autorità argentine che da quelle russe, fino a ieri, quando sei persone sono state arrestate sia in Russia che in Argentina. Tra gli arrestati ci sono un ex funzionario russo e un poliziotto argentino. Il governo argentino ha detto che uno dei capi del gruppo criminale è ancora ricercato.

Un poliziotto nell'ambasciata russa a Buenos Aires con la cocaina sequestrata: la foto è stata scattata nel dicembre 2016 ma diffusa solo ieri (Argentine Security Minister via AP)