• Italia
  • giovedì 22 Febbraio 2018

Due persone sono state fermate per il pestaggio di un politico di Forza Nuova

Massimiliano Ursino, segretario provinciale del partito a Palermo, era stato legato e picchiato da almeno sei persone

La procura di Palermo ha fermato due persone con l’accusa di tentato omicidio per il pestaggio del segretario provinciale di Forza Nuova Massimiliano Ursino. Altre quattro persone risultano indagate per lo stesso reato: i giornali scrivono che sono tutti militanti di un centro sociale di Palermo. Ursino era stato aggredito martedì 20 febbraio in centro a Palermo: era stato fermato da almeno sei persone, gli erano state legate mani e piedi ed era stato picchiato con violenza causandogli lividi al volto e una ferita alla testa.

Massimo Ursino in una immagine tratta da suo profilo Facebook. (FACEBOOK MASSIMO URSINO)