• Mondo
  • sabato 17 febbraio 2018

In Messico 14 persone sono morte nell’incidente di un elicottero militare che trasportava il ministro dell’Interno

In Messico 14 persone sono morte e almeno 21 sono state ferite nell’incidente di un elicottero militare che stava trasportando il ministro dell’Interno Alfonso Navarrete Prida e il governatore dello stato di Oaxaca Alejandro Murat a Santiago Jamiltepec, una località vicina all’epicentro del terremoto di ieri pomeriggio. L’elicottero stava trasportando Prida e Murat perché visitassero le zone colpite dal terremoto, ma l’incidente non è stato provocato dalle scosse.

L’incidente è infatti avvenuto mentre l’elicottero stava atterrando: il pilota ne ha perso il controllo e si è schiantato su due furgoni in un campo. Tutte le persone morte si trovavano a terra al momento dell’incidente; dodici sono morte sul colpo, due dopo essere state portate in ospedale. Tra loro c’erano anche tre bambini. Il ministro e il governatore si sono feriti in modo lieve. Il terremoto, che è stato sentito anche a Città del Messico, a oltre 350 chilometri di distanza, non ha causato né morti né feriti.

L'elicottero militare precipitato su due furgoni a Santiago Jamiltepec, nello stato di Oaxaca, in Messico, il 17 febbraio 2018 (PATRICIA CASTELLANOS/AFP/Getty Images)