• Mondo
  • lunedì 15 Gennaio 2018

Il presidente dello Sri Lanka ha bloccato una legge che avrebbe permesso alle donne di ordinare bevande alcoliche

Il presidente dello Sri Lanka Maithripala Sirisena ha annunciato durante un comizio di aver bloccato una riforma che avrebbe consentito alle donne di acquistare bevande alcoliche e di lavorare nei locali dove si vendono alcolici. Il divieto esiste dal 1955 ed è fortemente sostenuto dal clero buddista (lo Sri Lanka è un paese a maggioranza buddista con minoranze induiste, cristiane e musulmane) che ha criticato la legge sostenendo che avrebbe distrutto la famiglia tradizionale srilankese. Il divieto di vendere alcol alle donne non viene messo in atto molto spesso, soprattutto nelle grandi città, ma la decisione di abolirlo era stata accolta favorevolmente dagli attivisti che si battono per una maggiore eguaglianza nel paese.

Un bar di Colombo. (S.KODIKARA/AFP/Getty Images)