• Mondo
  • lunedì 8 Gennaio 2018

Undici persone sono state uccise negli scontri tra bande armate e polizia nello stato messicano del Guerrero

Domenica, 11 persone sono state uccise nel corso di due scontri a fuoco avvenuti nella città di San Jose del Cabo, nello stato del Guerrero, uno dei più turbolenti di tutto il Messico. Almeno otto persone sono morte quando un gruppo di uomini armati che fanno parte di una milizia organizzata della comunità locale hanno subito un agguato da parte di un gruppo armato ancora non identificato. Poche ore dopo la polizia è intervenuta per disarmare gli uomini della milizia, accusati di omicidio e possesso illegale di droga e armi. A quel punto è scoppiato un secondo scontro a fuoco in cui sono state uccise altre tre persone. Circa 30 membri della milizia locale sono stati arrestati, compreso il loro leader, un’attivista politico che in passato si è battuto contro la costruzione di una centrale idroelettrica.