• Mondo
  • sabato 9 Dicembre 2017

Nella Striscia di Gaza due palestinesi sono morti in un attacco aereo dell’esercito israeliano

Due palestinesi sono morti nella mattina di oggi, sabato 9 dicembre, negli attacchi aerei dell’esercito israeliano nella Striscia di Gaza, da cui ieri erano partiti alcuni razzi diretti verso Israele. Lo ha annunciato il ministero della Salute palestinese. L’esercito israeliano ha detto che gli attacchi erano mirati a colpire luoghi controllati o in cui opera Hamas, il movimento politico-terrorista che governa la Striscia di Gaza. Hamas ha confermato che i due palestinesi morti erano suoi combattenti, almeno dal 2008.

In Israele e Palestina ci sono scontri, più intensi e frequenti del solito, dal 6 dicembre, giorno in cui il del presidente statunitense Donald Trump ha annunciato il futuro spostamento dell’ambasciata statunitense a Gerusalemme, riconoscendola di fatto come capitale dello stato di Israele, e rianimando decennali scontri tra israeliani e palestinesi.
Le principali forze politiche palestinesi hanno reagito annunciando “tre giorni di rabbia”, terminati ieri – cioè venerdì, importante giorno di preghiere per i musulmani. Oltre che nella Striscia di Gaza, ci sono stati scontri anche in diverse città della Cisgiordania e, anche se meno intensi, a Gerusalemme est.