Bryan Singer, regista dei “Soliti Sospetti” e degli “X Men”, è stato denunciato per aver stuprato un minorenne

Bryan Singer, regista statunitense famoso per film come I soliti sospetti, Superman Returns e alcuni degli X-Men, è stato denunciato per stupro da Cesar Sanchez-Guzman, che lo ha accusato di averlo costretto a praticargli sesso orale e poi di averlo violentato su uno yacht nel 2003, quando Sanchez-Guzman aveva 17 anni. Sanchez-Guzman ha denunciato Singer nello stato di Washington, perché il presunto stupro avvenne mentre lo yacht era ormeggiato al porto di Seattle, durante una festa. Singer ha negato le accuse ma Sanchez-Guzman ha aggiunto di essere stato minacciato in passato perché non sporgesse denuncia.

Singer è stato licenziato nei giorni scorsi da regista di Bohemian Rhapsody, il film sulla vita di Freddy Mercury con Rami Malek: i giornali specializzati hanno parlato di caos sul set, di disaccordi con Malek e di prolungate assenze dalle riprese. In passato, Singer era già stato accusato di violenze sessuali su minori.

(DANIEL LEAL-OLIVAS/AFP/Getty Images)