• Mondo
  • mercoledì 29 novembre 2017

Secondo i giornali inglesi il Regno Unito ha accettato di pagare 50 miliardi di euro all’Unione Europea per saldare il debito legato a Brexit

Secondo i principali giornali inglesi – ne hanno scritto il Financial Times, il Guardian e il Telegraph – il Regno Unito ha trovato sulla cifra richiesta dall’Unione Europea a saldo dei debiti che si sono creati nei confronti dell’Unione per via di Brexit (in sostanza, soldi che il Regno Unito si era già impegnato a versare per le diverse attività dell’Unione Europea prima di decidere di uscire dall’Unione). Il raggiungimento dell’accordo sul debito del Regno Unito è il principale ostacolo all’inizio della cosiddetta “seconda fase” dei negoziati su Brexit, quella sui trattati commerciali.

I giornali hanno riferito informazioni ancora non ufficiali e ottenute in modo riservato, per questo le cifre che girano variano da giornale a giornale: il Financial Times dice che l’accordo è stato trovato per una cifra di 100 miliardi di euro totali, di cui però di fatto il Regno Unito verserà solo la metà, 50 miliardi; il Guardian parla di una cifra totale simile, ma di un esborso previsto per il Regno Unito di circa 56 miliardi di euro; il Telegraph parla di una cifra compresa tra i 45 e i 55 miliardi di euro.

Si tratterebbe in ogni caso di una cifra molto più vicina alle richieste dell’Unione Europea – circa 60 miliardi di euro – che alla più recente offerta di 20 miliardi di euro fatta dalla prima ministra britannica Theresa May nel suo discorso di Firenze, a settembre. In ogni caso, i pagamenti saranno dilazionati su diverse decine di anni.

Theresa May e Donald Tusk durante un incontro bilaterale su Brexit (CHRISTIAN HARTMANN/AFP/Getty Images)
TAG: