• Mondo
  • martedì 21 novembre 2017

Almeno 50 persone sono morte in un attentato in Nigeria

Un attentatore si è fatto esplodere nella moschea di Mubi, nel nord-est del paese

Almeno 50 persone sono morte in un attentato nella città di Mubi, nel nord-est della Nigeria, e altre decine sono state ferite. Secondo la polizia, l’attacco è stato compiuto da un attentatore suicida adolescente che è entrato in una moschea durante la preghiera mattutina, prima di farsi esplodere.

Non c’è ancora un numero chiaro dei morti e feriti nell’attacco, perché la polizia sta cercando di rintracciare tutte le persone coinvolte che sono state trasportate disordinatamente nei vari ospedali della città.

L’attentato non è stato rivendicato, ma molti scrivono che il responsabile più probabile è Boko Haram, un’organizzazione terroristica nigeriana affiliata allo Stato Islamico (o ISIS). In passato Boko Haram ha spesso utilizzato attentatori molto giovani per compiere le sue operazioni terroristiche e militari.

(AP Photo)
TAG:

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.