• Mondo
  • lunedì 13 Novembre 2017

Un soldato nordcoreano ha disertato e ha raggiunto la Corea del Sud

Un soldato della Corea del Nord è stato ferito da alcuni suoi compagni, mentre stava disertando e raggiungendo il confine con la Corea del Sud. Ferito a una spalla e a un gomito, il soldato è stato soccorso dal personale militare della Corea del Sud e trasportato in ospedale per essere curato: la gravità delle ferite non è chiara e il ministero della Difesa sudcoreano non ha fornito molte altre informazioni. Il soldato ha disertato nei pressi di un posto di guardia a Panmunjeom, piccolo paese sul confine noto per essere il luogo in cui fu firmato l’armistizio della Guerra di Corea nel 1953. Il paese si trova nella cosiddetta “Area di sicurezza congiunta”, l’unico punto d’incontro tra gli eserciti del Nord e del Sud ed è di solito utilizzata per scopi diplomatici e gestita con una cauta collaborazione tra i due eserciti.

I soldati sudcoreani hanno trovato il soldato nordcoreano ferito a terra, dopo avere sentito alcuni colpi di arma da fuoco, ai quali non hanno comunque risposto. È piuttosto raro che un soldato diserti a Panmunjeom, dove la Corea del Nord invia militari che hanno ricevuto una particolare preparazione e una severa selezione. Si stima che dal 1953 a oggi siano riusciti a fuggire dalla Corea del Nord almeno 30mila persone, ma la maggior parte di loro è riuscita a farlo passando per il confine settentrionale, trovando rifugio in Cina. Le fughe verso sud sono molto più complicate perché il confine tra le due Coree è rigidamente sorvegliato e militarizzato. Chi lascia la Corea del Nord cerca di fuggire da un regime sanguinario e dalla povertà, spesso con la speranza di ricongiungersi con amici e parenti che sono già riusciti a lasciare il paese.

 

(Jeon Heon-Kyun - Pool/Getty Images)