• Mondo
  • giovedì 2 novembre 2017

La CIA ha reso pubblica una nuova tranche di documenti trovati nel computer di Osama bin Laden

La CIA ha reso pubblici più di 470mila file trovati nel computer di Osama bin Laden, il leader di al Qaida ucciso in un raid delle forze americane ad Abbottabad, in Pakistan, il 2 maggio 2011. In precedenza erano già trapelati alcuni file presenti nel computer e oggetti trovati nelle stanze dell’edificio dove bin Laden si nascondeva insieme alla sua famiglia. Nei file resi pubblici ieri ci sono moltissimi film – fra cui cartoni animati come Cars e Z la formica – videogiochi, brevi video buffi sui gatti, e documentari sullo stesso bin Laden. I video presenti nel computer pesano da soli circa 174 gigabyte. Bill Roggio, che dirige il blog Long War Journal, ha detto a Wired di sospettare che «molta di questa roba frivola o personale appartenesse di più alla sua famiglia».

Il compound dove si nascondeva il leader di al Qaida Osama bin Laden (AAMIR QURESHI/AFP/Getty Images)