• Mondo
  • martedì 31 Ottobre 2017

Carles Puigdemont e gli altri membri destituiti del governo catalano dovranno presentarsi giovedì e venerdì di fronte a un tribunale di Madrid per rispondere di ribellione e sedizione

Carles Puigdemont, presidente catalano destituito dal governo spagnolo lo scorso sabato, è stato convocato all’Audiencia Nacional per rispondere delle accuse di ribellione e sedizione. Insieme a Puigdemont, sono stati convocati a presentarsi al tribunale di Madrid anche tutti i membri del suo governo (tra giovedì e venerdì). Puigdemont si trova da ieri a Bruxelles, in Belgio, per «portare la crisi [in Catalogna] all’attenzione dell’Europa». Dovrà presentarsi a partire dalle 9 di giovedì all’Audiencia Nacional: se non lo farà, la procura generale spagnola potrebbe chiedere alla giudice titolare del caso di emettere un ordine di arresto europeo. Puigdemont e i membri del suo governo che si trovano a Bruxelles potrebbero fare richiesta di asilo politico per evitare di essere rimandati in Spagna: ad oggi sembra difficile che una tale richiesta possa ricevere risposta positiva, ma il Belgio è uno dei paesi europei che ha garantito più spesso l’asilo ad altri cittadini europei che ne avevano fatto richiesta.

Carles Puigdemont (David Ramos/Getty Images)