• Mondo
  • mercoledì 11 ottobre 2017

In Messico un uomo è stato condannato a 430 anni di carcere per aver ucciso 11 donne

In Messico un uomo è stato condannato a 430 anni di carcere per aver ucciso 11 donne, i cui resti erano stati trovati nel 2012 in una regione agricola a est di Ciudad Juárez, la città più grande dello stato di Chihuahua. Secondo l’accusa, Pedro Payán Gloria aveva rapito le donne e le aveva costrette a prostituirsi e a spacciare droga prima di ucciderle quando non le riteneva più utili.

(AP Photo/Mario Rivera Alvarado)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.