• Mondo
  • martedì 26 Settembre 2017

Anche l’ultimo tentativo di riforma sanitaria dei Repubblicani negli Stati Uniti è fallito

I senatori statunitensi del Partito Repubblicano hanno rinunciato a votare entro la settimana sulla nuova proposta di riforma sanitaria, nota come Graham-Cassidy. La rinuncia al voto ratifica il fallimento di questo ultimo tentativo di respingere e superare la cosiddetta Obamacare da parte dei Repubblicani: il voto in aula avrebbe dovuto essere entro la fine di settembre per ragioni tecniche.
Ieri la senatrice Repubblicana del Maine Susan Collins ha detto che avrebbe votato contro la nuova proposta insieme a John McCain e Rand Paul, e i senatori repubblicani contrari sono diventati tre, abbastanza per far sì che i Repubblicani non avessero la maggioranza (al Senato hanno un vantaggio si due soli senatori sui Democratici).
La nuova proposta di legge, ora fallita, è la terza in pochi mesi su cui i Repubblicani cercano di trovare la maggioranza, senza riuscirci.
Il capo dei Repubblicani al Senato Mitch McConnell ha detto però che non rinunceranno a trovare un modo per respingere e superare Obamacare, e che quindi verranno fatti altri tentativi.

Mitch McConnell (Alex Wong/Getty Images)