Alcuni manifestanti contro il razzismo, il suprematismo bianco e il neonazismo a Boston, il 19 agosto 2017 (RYAN MCBRIDE/AFP/Getty Images)
  • Mondo
  • domenica 20 Agosto 2017

Le foto della manifestazione contro l’estrema destra a Boston

Hanno partecipato almeno 40mila persone, al comizio dei sostenitori di Trump solo qualche decina

Alcuni manifestanti contro il razzismo, il suprematismo bianco e il neonazismo a Boston, il 19 agosto 2017 (RYAN MCBRIDE/AFP/Getty Images)

Ieri a Boston, negli Stati Uniti, decine di migliaia di persone hanno manifestato contro il razzismo, il suprematismo bianco e il neonazismo in contemporanea a un piccolo e breve comizio dedicato alla «libertà di espressione» organizzato da un gruppo di sostenitori del presidente degli Stati Uniti Donald Trump. La manifestazione antifascista è stata organizzata anche come forma di risposta alle violenze e all’attentato avvenuti il 12 agosto a Charlottesville, in Virginia: nell’attentato è morta una donna, la trentaduenne Heather D. Heyer che stava manifestando contro i militanti di estrema destra. Secondo le stime della polizia, 40mila persone si sono radunate a Boston; ci sono state delle manifestazioni anche in altre città, tra cui Atlanta, Dallas, Houston, Memphis e New Orleans.

Al comizio per la «libertà di espressione», organizzato nel parco Boston Common e pensato per mettere insieme «libertari, conservatori, tradizionalisti e liberali classici», hanno partecipato solo alcune decine di persone. Il comizio avrebbe dovuto durare due ore, ma è finito dopo cinquanta minuti per comune accordo degli organizzatori e della polizia, che ha aiutato i partecipanti ad andarsene dal posto in cui si erano radunati. A quel punto ci sono stati alcuni piccoli scontri con gli altri manifestanti.

Trump ha elogiato le persone che hanno manifestato «contro il fanatismo e l’odio» di Boston in due tweet.

Prima di questi tweet Trump ne aveva scritto uno, di tono un po’ diverso, in cui diceva che sembrava che ci fossero molti «agitatori contro la polizia» a Boston. Alcuni scontri tra manifestanti e polizia ci sono stati a Boston – 33 persone sono state arrestate, quasi tutte con l’accusa di turbamento della quiete pubblica – ma non è successo nulla di grave.