• Mondo
  • sabato 19 agosto 2017

L’ex procuratrice generale del Venezuela Luisa Ortega Díaz è scappata dal paese

Luisa Ortega Díaz, ex procuratrice generale del Venezuela e una dei funzionari più alti in grado ad essersi opposta al presidente Nicolas Maduro negli ultimi mesi, è fuggita dal paese insieme a suo marito, il parlamentare German Ferrer. L’Assemblea costituente del Venezuela – l’organo voluto dal presidente Nicolas Maduro per riscrivere la costituzione – aveva votato all’unanimità per rimuovere Ortega Díaz dal suo incarico il 5 agosto. Giovedì, il giorno successivo alla nomina del nuovo procuratore generale, il Tribunale supremo di giustizia, che è controllato dal governo di Maduro, ha ordinato l’arresto di Ferrer con un’accusa di corruzione. Ferrer ha negato le accuse e ha detto che hanno motivazioni politiche.

Ortega Díaz e Ferrer sono arrivati venerdì pomeriggio a Bogotà, in Colombia, con un aereo privato partito da Aruba, un’isola a nord del Venezuela che la coppia aveva raggiunto via mare. Hanno lasciato il Venezuela illegalmente perché a giugno il Tribunale supremo di giustizia aveva proibito ad Ortega di lasciare il paese e aveva bloccato i suoi conti correnti dopo averla accusata di abusi professionali. Ortega Díaz ha detto di essere scappata dal Venezuela perché temeva per la sua vita.

Luisa Ortega Díaz (AP Photo/Fernando Llano)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.