• Mondo
  • lunedì 14 agosto 2017

L’Iran darà più fondi all’esercito e al programma sullo sviluppo dei missili balistici

Il Parlamento iraniano ha approvato a larghissima maggioranza un aumento dei fondi destinati all’esercito, al programma sullo sviluppo dei missili balistici e a quello per lo sviluppo del nucleare. La decisione, che riguarda una cifra attorno ai 609 milioni di dollari, è la risposta dell’Iran alle sanzioni volute dal presidente americano Donald Trump, che tra le altre cose hanno colpito le Guardie Rivoluzionarie, unità di élite molto potente dell’esercito iraniano, che risponde direttamente alla Guida suprema, la principale autorità politica e religiosa dell’Iran. Ali Larijani, presidente del Parlamento iraniano, ha detto: «Se gli americani impongono delle sanzioni all’Iran in violazione dell’accordo sul nucleare [quello raggiunto dall’amministrazione di Barack Obama e dal presidente iraniano Hassan Rouhani, ndr], siamo obbligati ad agire reciprocamente nelle questioni nucleari e di altro tipo».

Il Parlamento iraniano (ATTA KENARE/AFP/Getty Images)
TAG:

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.