• Italia
  • martedì 25 Luglio 2017

Daria Bignardi lascia la direzione di Rai 3

La giornalista, scrittrice e autrice televisiva Daria Bignardi si è dimessa da direttrice di Rai 3, incarico per cui era stata scelta nel febbraio 2016 dall’allora direttore generale Antonio Campo Dall’Orto. Le dimissioni di Bignardi sono state annunciate in un comunicato diffuso oggi dalla Rai, che, oltre a ricordare i risultati della rete, specifica – in evidente riferimento a ipotesi pubblicate nei giorni scorsi da alcuni siti – che Bignardi “non ha richiesto il pagamento di alcuna buonuscita”.

La Rai comunica la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro in corso con la Dott.ssa Daria Bignardi che ritiene ormai concluso il proprio percorso lavorativo nella società.
I vertici Rai ringraziano la Dott.ssa Daria Bignardi per il lavoro svolto, la professionalità dimostrata e le capacità organizzative ed artistiche sempre poste pienamente al servizio della società, qualità queste che hanno permesso a RaiTre di realizzare, sotto la sua direzione, una programmazione di qualità, la sperimentazione di nuovi format e di raggiungere livelli di audience che la posizionano quale terza rete generalista italiana.
La Dott.ssa Bignardi, da parte sua, ringrazia la Presidente, i Consiglieri di amministrazione, il Direttore Generale e il precedente Direttore Generale che le ha proposto l’incarico, tutti i dipendenti e collaboratori di Rai con i quali ha condiviso quotidianamente il suo lavoro, un’esperienza che considera unica e preziosa, sia da un punto di vista dell’arricchimento professionale che umano.
Rai, comunica, altresì, che la Dott.ssa Daria Bignardi non ha richiesto il pagamento di alcuna buonuscita.

Il nuovo direttore di Rai 3, secondo molte fonti, sarà probabilmente Stefano Coletta, attuale vicedirettore della rete e collaboratore di Bignardi nel progetto costruito finora. Nel pomeriggio Bignardi ha aggiunto un suo breve comunicato.

Sono orgogliosa di aver diretto per un anno e mezzo Rai3. Lascio una rete in buona salute e di riconosciuta qualità e un affiatato gruppo col quale ho lavorato benissimo. Ringrazio una ad una tutte le persone con cui ho lavorato, in tutta la Rai.
Sono felice dei risultati  e delle cose nuove che abbiamo fatto, della stima di tutte le persone che le apprezzano e dei miei colleghi: i beni preziosi che porto con me.

Stefano Colarieti / LaPresse