• Cultura
  • mercoledì 4 Gennaio 2017

Le serie tv di cui parleremo nel 2017

Sarà l'ennesimo grande anno per i supereroi, ma come al solito anche HBO ha fatto le cose in grande (e poi torna Twin Peaks)

Alcune delle serie più apprezzate e discusse del 2016 non le aveva viste arrivare nessuno o quasi: di Stranger Things, per esempio, nei mesi precedenti alla sua uscita su Netflix avevano parlato in pochissimi, e poi si è visto com’è andata a finire. Anche Atlanta l’avevano aspettata quasi solo i fan incalliti di Donald Glover, e poi è finita in cima a quasi tutte le più importanti classifiche. The OA poi è uscita del tutto a sorpresa, ed è piaciuta anche per quello. È probabile quindi che quando riguarderemo a dicembre questa lista delle nuove serie del 2017 che a oggi sembrano più interessanti, ci renderemo conto che mancherà qualcosa di fondamentale.

Da tempo si parla per esempio di una serie di David O. Russell con Robert De Niro e Julianne Moore, ma non c’è nessuna conferma. Ed è possibile che qualcuna di queste alla fine sia posticipata al 2018, e che altre di cui non sappiamo niente vengano anticipate e fatte uscire prima. Di molte manca ancora la data, di molte si sa pochissimo della trama: ma ci sono già un sacco di date da segnarsi. Spoiler: se odiate i supereroi sarà un anno difficile. Ci sono però un paio di grandi ritorni, una serie con Tom Hardy che sembra uno spin off di Revenant, un drama di HBO che ricorda un po’ The Affair e un’altra serie, forse la più attesa di tutti, scritta da David Simon – The Wire, per dire – e interpretata da James Franco.


The Mick
1 gennaio, FOX
È una comedy prodotta e interpretata da Kaitlin Olson, attrice americana famosa soprattutto per la serie C’è sempre il sole a Philadelphia. Parla di una donna con una vita un po’ sbandata che si ritrova a dover prendersi cura dei suoi due nipoti, dopo che sua sorella e suo marito, molto ricchi, vengono arrestati per frode. È una comedy piuttosto estrema: volgare, violenta e politicamente scorretta.

(nel video c’è una scena che fa un po’ impressione, avvisati)

Emerald City
6 gennaio, NBC
È una serie ispirata al Mago di Oz, che sarà interpretato da Vincent D’Onofrio (cioè Wilson Fisk di Daredevil, e molto prima il soldato Palla di Lardo in Full Metal Jacket). La protagonista Dorothy sarà invece interpretata da Adria Arjona, famosa per il personaggio di Emily nella seconda stagione di True Detective.

Taboo
7 gennaio, BBC One
Il protagonista è Tom Hardy (Mad Max: Fury Road, The Revenant), che interpreta una specie di esploratore che torna in Inghilterra dopo un viaggio in Africa, portando con sé quattordici diamanti rubati e deciso a vendicare la morte di suo padre. Hardy è anche produttore della serie, insieme a Ridley Scott. Tra i protagonisti ci sono anche Michael Kelly, cioè Doug di House of Cards, e Jonathan Pryce, cioè l’Alto Passero di Game of Thrones.

Una serie di sfortunati eventi
13 gennaio, Netflix
È un adattamento dell’omonima serie di racconti per ragazzi di Daniel Handler (conosciuto con lo pseudonimo di Lemony Snicket), che era già diventato un film con Jim Carrey nel 2004. Questa volta il conte Olaf lo interpreta Neil Patrick Harris, cioè Barney di How I Met Your Mother, e la storia sarà la stessa: tre orfani devono vivere insieme a un tutore cattivo che vuole ucciderli per ottenere la loro eredità.

Six
18 gennaio, History
Parla del SEAL Team Six, il corpo di agenti speciali americani che compie missioni segretissime e pericolosissime: la prima stagione si concentrerà su un’operazione in Afghanistan per uccidere un leader talebano. Il protagonista è Walton Goggins, famoso per The Shield e per i film con Quentin Tarantino (è tra i protagonisti di The Hateful Eight).

Riverdale
26 gennaio, The CW
È una serie del genere teen drama, cioè un giallo rivolto soprattutto agli adolescenti: è tratta da una serie a fumetti della casa Archie Books e parla di un misterioso omicidio, di una serie di ragazzi coinvolti che tra loro hanno relazioni sentimentali e di amicizia. In Italia sarà disponibile su Netflix.

Powerless
2 febbraio, NBC
È una serie di supereroi che sembra essere molto diversa da qualsiasi altra serie di supereroi: intanto non è basata su nessun fumetto, ma è una storia originale. È ambientata dentro all’universo di DC Comics (quindi Batman, Superman, Wonder Woman) e la protagonista è una dipendente della società di Bruce Wayne a capo della divisione che studia i modi per rendere più sicuri i normali cittadini dalle scazzottate dei supereroi contro i supercattivi. La protagonista è Vanessa Hudgens, famosa soprattutto per High School MusicalSpring Breakers, e ci sono anche Danny Pudi di Community e Alan Tudyk, che recentemente ha doppiato il droide K-2SO in Rogue One: A Star Wars Story.

powerless-1

24: Legacy
5 febbraio, FOX
È uno spin off della famosa serie di azione 24 con Kiefer Sutherland, strutturata allo stesso modo: ogni episodio corrisponde a un’ora nelle vicende della serie, composta in questo caso da 12 episodi (e non da 24). Il protagonista è Corey Hawkins, che ha recentemente interpretato Dr. Dre nel film Straight Outta Compton, che fa un reduce di guerra che deve impedire un grande attentato terroristico.

Legion
8 febbraio, FX
È una serie di Noah Hawley, famoso soprattutto per aver creato la serie Fargo, tra le più riuscite degli ultimi anni. Parla di supereroi, è co-prodotta da Marvel ed è collegata alla storia degli X-Men: se ne parla però come di una serie di supereroi atipica, che può interessare anche a chi non ama il genere. Il protagonista è Dan Stevens, famoso soprattutto per Downton Abbey, che interpreta un mutante che soffre di schizofrenia e della sua relazione con un’altra ragazza con problemi simili ai suoi, chiamata Syd Barrett e interpretata da Rachel Keller.

Big Little Lies
19 febbraio, HBO
È una delle serie più attese dell’anno: un po’ perché è una serie di HBO, solitamente sinonimo di alta qualità, un po’ perché ha un cast notevole anche per una serie di HBO (le protagoniste sono Reese Witherspoon, Nicole Kidman, Shailene Woodley e Laura Dern), un po’ perché l’ha ideata David E. Kelley (cioè uno degli sceneggiatori più famosi della televisione americana, quello di Ally McBeal e molti altri legal drama) e un po’ perché tutti i sette episodi sono diretti da Jean-Marc Vallée, il regista di Dallas Buyers Club Wild). È ambientata a Monterey, in California, parla di una serie di donne molto competitive che rimangono coinvolte in un omicidio.

Crashing
19 febbraio, HBO
È la nuova serie di Judd Apatow, produttore e sceneggiatore di Girls (arrivata all’ultima stagione), Love e prima di Freaks and Geeks. Parla di un comico di New York (Pete Holmes) che deve cambiare vita dopo essere stato lasciato dalla moglie.

The Good Fight
19 febbraio, CBS
È uno spin-off The Good Wife, tra i più famosi, apprezzati e longevi legal drama della storia della televisione, e che si è concluso nel 2016 dopo sette stagioni. I creatori e produttori sono gli stessi, i famosi coniugi Robert e Michelle King, e la protagonista è l’avvocatessa Diane Lockhart, uno dei personaggi principali di The Good Wife, interpretata da Christine Baranski, che rimane coinvolta in uno scandalo insieme alla nipote Maia (Rose Leslie, cioè Ygritte di Game of Thrones).

Taken
27 febbraio, NBC
È la serie che ricostruirà la vita di Bryan Mills, il protagonista della trilogia di film Taken, prima delle vicende dei film originali. Nella serie Mills non sarà interpretato da Liam Neeson ma da Clive Standen, tra i protagonisti di Vikings.

Iron Fist
17 marzo, Netflix
È la nuova serie di Netflix realizzata con Marvel, dopo Daredevil, Jessica Jones Luke Cage. Il protagonista è Finn Jones, cioè Loras Tyrell di Game of Thrones, un supereroe (che si chiama Danny Rand) abile nelle arti marziali e capace di evocare un potere speciale conosciuto come “Pugno d’acciaio”. Come Daredevil, Jessica Jones e Luke Cage, Rand combatte il crimine a New York.

Prison Break (sequel)
Marzo, FOX
Quest’anno si farà anche una miniserie sequel della famosa serie Prison Break, andata in onda tra il 2005 e il 2009. Sarà composta da nove episodi e sarà ambientata sette anni dopo le vicende dell’ultima stagione: i protagonisti saranno Lincoln Burrows (Dominic Purcell) e Michael Scofield (Wentworth Miller: e sì, lo sappiamo, lo sappiamo, ma hanno detto che spiegheranno tutto).

The Son
4 aprile, AMC
Il protagonista è Pierce Brosnan, che interpreta un imprenditore petrolifero che ha fondato un impero familiare, utilizzando però metodi violenti che ripercorrono la storia della fondazione degli Stati Uniti d’America e le guerre tra i coloni europei e i nativi americani. È basata sull’omonimo romanzo di Philipp Meyer.

The Handmaid’s Tale
26 aprile, Hulu
È una serie ispirata a Il racconto dell’ancella, un romanzo del 1985 di Margaret Atwood. È ambientata in un futuro distopico, nel quale gli Stati Uniti sono diventati una teocrazia totalitaria che asservisce le donne ai voleri degli uomini. La protagonista è Elizabeth Moss, diventata famosa per aver interpretato Zoey Bartlet in The West Wing e poi Peggy Olson in Mad Men e Robin Griffin in Top of the Lake.

American Gods
Aprile, Starz
È una serie ispirata all’omonimo romanzo di Neil Gaiman, creata da Bryan Fuller (Hannibal) e Michael Green (co-sceneggiatore del nuovo Blade Runner). Parla di un carcerato (Rick Whittle) che viene liberato in anticipo perché sua moglie è morta in un incidente d’auto. Nel tragitto verso casa incontra un uomo misterioso (Ian McShane) che gli offre un lavoro: scoprirà che è il dio Odino, che lo assolda per una missione rocambolesca e mitologica.

Star Trek: Discovery
Maggio, CBS
È la prima serie dedicata alla famosissima saga di fantascienza da Star Trek: Enterprise del 2005. Il creatore è Ryan Murphy, ideatore di Nip/Tuck, GleeAmerican Horror Story, insieme ad Alex Kurtzman: è ambientata circa dieci anni prima delle serie originali di Star Trek, e racconta le avventure dell’equipaggio dell’astronave USS Discovery. La protagonista sarà Sonequa Martin-Green (Sasha Williams in The Walking Dead), e ci saranno la prima capitana della serie donna e asiatica (Michelle Yeoh) e il primo personaggio dichiaratamente gay (interpretato da Anthony Rapp).

The Deuce
Senza data, HBO
È un’altra serie molto attesa: l’ha creata David Simon, uno dei più apprezzati sceneggiatori di Hollywood e ideatore di The Wire. Il protagonista sarà James Franco, e nel cast ci saranno anche Maggie Gyllenhaal ed Emily Meade. Parla della legalizzazione e dello sviluppo della pornografia nella New York dell’inizio degli anni Settanta.

Feud
5 marzo, FX
È un’altra serie creata da Ryan Murphy: nel cast ci saranno Jessica Lange, Susan Sarandon, Alfred Molina, Sarah Paulson, Stanley Tucci, Judy Davis e Catherine Zeta-Jones. È una serie antologica, cioè ogni stagione racconterà una storia diversa, in questo caso famose rivalità: la prima parlerà di quella tra le attrici Joan Crawford e Bette Davis sul set del film del 1962 Che fine ha fatto Baby Jane?.

feud-1

The Punisher
Novembre, Netflix
Un’altra serie di Netflix e Marvel, ma su un supereroe che si è già visto in Daredevil: il Punitore, interpretato da Joh Bernthal. Il Punitore è Frank Castle, un veterano di guerra reso violentissimo dall’omicidio della sua famiglia, che combatte i criminali con metodi crudi e poco da supereroe, e che diventa amico-nemico di Daredevil.

Twin Peaks (terza stagione)
Maggio, Showtime
Non è una nuova serie, ma l’attesissimo sequel di una delle serie più importanti di sempre: lo hanno scritto i creatori della serie originale, David Lynch e Mark Frost, e ci quasi tutti i vecchi attori (da Kyle McLachlan a Sherilyn Fenn) e molti nuovi, come Jim Belushi, Monica Bellucci, Michael Cera, Laura Dern, Jennifer Jason Leigh, Tim Roth e Naomi Watts). Ha avuto una produzione molto complicata, sarà uno degli eventi più importanti della cultura pop del 2017, e non si sa ancora nulla della trama.

Snowfall
Senza data, FX
Si sa molto poco, tranne che l’ha creata Johnny Singleton, regista di Boyz n the Hood2 Fast 2 FuriousShaft. Sarà ambientata a Los Angeles all’inizio degli anni Ottanta e parlerà della diffusione del consumo di cocaina.

(Mike Windle/Getty Images for Turner)

G.L.O.W.
Giugno, Netflix
È la nuova serie di Jenji Kohan, famosa sceneggiatrice che ha creato WeedsOrange is the New Black. Nel cast ci saranno Alison Brie e il comico Marc Maron, e parlerà delle Gorgeous Ladies of Wrestling, una società di wrestling femminile degli anni Ottanta.

glow-1

Shots Fired
22 marzo, FOX
Parla delle indagini sull’omicidio di un ragazzo bianco da parte di un poliziotto afroamericano in una città del North Carolina. I protagonisti sono Stephan James, Sanaa Lathan, Helen Hunt e Richard Dreyfuss.

The Defenders
Settembre, Netflix
È un’altra serie di Netflix e Marvel, una specie di Avengers ma con Daredevil, Jessica Jones, Luke Cage, Iron Fist, Elektra e il Punitore. Sarà composta da 8 episodi, e gli attori saranno quelli delle serie originali.

Guerrilla
Aprile, Sky Atlantic
Sarà una miniserie di sei puntate con Idris Elba (The Wire, Beasts of No Nation) e scritta da John Ridley, vincitore del premio Oscar per la sceneggiatura di 12 anni schiavo. Racconterà la storia di una coppia di attivisti politici nella Londra degli anni Settanta, e del loro tentativo di liberare un prigioniero politico.

"Manus x Machina: Fashion In An Age Of Technology" Costume Institute Gala

(Mike Coppola/Getty Images for People.com)

Inhumans
Autunno 2017, ABC
Altra serie Marvel dedicata stavolta agli Inumani, dei supereroi creati dalla razza aliena Kree che hanno vissuto a lungo sulla Terra, nascosti nell’Hymalaya, per poi spostarsi sulla Luna. I primi due episodi della serie saranno proiettati nei cinema IMAX, e non si sa ancora niente sul cast.

serie-2-2

Dear White People
Aprile, Netflix
È la serie basata sull’omonimo film del 2014 di Justin Simien, che parlava della condizione degli studenti afroamericani nelle università della Ivy League, cioè le otto più prestigiose degli Stati Uniti.

(il trailer del film del 2014)


Mindhunter
Ottobre, Netflix
È una serie basata sul libro Mind Hunter: Inside FBI’s Elite Serial Crime Unit, di Mark Olshaker and John E. Douglas: parlerà di due agenti dell’FBI che interrogano serial killer in carcere per risolvere casi di omicidio. Detta così può non sembrare particolarmente originale, ma i produttori esecutivi saranno David Fincher e Charlize Theron. I protagonisti saranno Jonathan Groff di Looking, Holt McCallany e Anna Torv di Fringe.

64th Annual Directors Guild Of America Awards - Feature Film Symposium

(Alberto E. Rodriguez/Getty Images for DGA)

Altered Carbon
Senza data, Netflix
È una serie di fantascienza basata sull’omonimo libro di Richard K. Morgan, tradotto in italiano come Bay City: parla di un futuro in cui la memoria delle persone può essere scaricata su un supporto speciale e importata nella colonna vertebrale di chiunque, trasferendo quindi la coscienza. Il protagonista è Takeshi Kovacs, che sarà interpretato da Joel Kinnaman (cioè Will Conway di House of Cards, e Rick Flag in Suicide Squad), un soldato speciale la cui coscienza viene impiantata nel corpo di un poliziotto che deve indagare su un possibile omicidio.

altered-carbon-1

Room 104
Senza data, HBO
È la nuova serie dei fratelli Mark e Jay Duplass, autori di Togetherness, cancellata dopo due stagioni. Room 104 è una serie antologica, in cui in ogni episodio verrà raccontata una storia diversa, ambientata sempre però nella stessa stanza di un hotel.

Television Academy Celebrates Interactive Media Nominees For The 67th Emmy Awards