© Helmut Newton Estate

10 foto di Helmut Newton

E se passate da Venezia ne potete vedere 200: sono soprattutto nudi femminili, di uno dei fotografi più famosi e importanti del Novecento

© Helmut Newton Estate

Fino al 7 agosto 2016 la Casa dei Tre Oci a Venezia ospiterà la mostra Helmut Newton. Fotografie. White Women / Sleepless Nights / Big Nudes che espone oltre 200 immagini di Helmut Newton, uno dei fotografi più famosi e importanti del Novecento, conosciuto soprattutto per i nudi in bianco e nero e per le fotografie di moda. Le immagini esposte sono quelle di tre libri pubblicati da Newton alla fine degli anni Settanta: White Women, Sleepless Nights e Big Nudes.

White Women (1976) è composto da 81 immagini (42 a colori e 39 in bianco e nero, per lo più nudi femminili) che introducono i temi del nudo e dell’erotismo nella fotografia di moda. Sleepless Nights (1978) raccoglie 69 fotografie tra le più famose di quelle realizzate per diverse riviste: Newton fotografava ancora le donne e i loro corpi, ma con uno stile che rimanda più ai ritratti e ai reportage che alla fotografia di moda. Big Nudes (1981) è forse il più famoso dei suoi lavori e il più esposto nelle gallerie di mezzo mondo, con 39 gigantografie di nudi sempre in bianco e nero.

Nell’autobiografia che Helmut Newton pubblicò nel 2004, spiegò come i nudi a figura intera gli fossero stati ispirati dai manifesti diffusi dalla polizia tedesca per ricercare gli appartenenti al gruppo terroristico della RAF (Rote Armee Fraktion), tra i gruppi di sinistra più violenti del secondo dopoguerra.

Helmut Newton è lo pseudonimo di Helmut Neustädter. Nacque nel 1920 a Berlino ma a seguito delle leggi razziali lasciò la Germania nel 1938 e si imbarcò a Trieste per Singapore, dove iniziò a lavorare come fotografo. Visse a Parigi, a Montecarlo, a Melbourne – dove nel 1946 aprì il suo primo studio – e a Los Angeles. Fotografò per alcuni dei più grandi periodici del tempo, Vogue su tutti, lavorando soprattutto nell’ambito della moda. Morì nel 2004 a 84 anni.